Alghe, queste sconosciute

Quando ci si avvicina ad un’alimentazione naturale nella dieta quotidiana fanno la loro comparsa le alghe. Ai più sembrerà una stranezza orientale anche se in realtà la alghe facevano parte della cultura delle nostre zone costiere.
Le alghe hanno due grandi vantaggi nell’alimentazione moderna:una grande apporto di sali minerali, e la capacità di eliminare metalli pesanti (come piombo e mercurio) e radiottività dal nostro corpo. Svolgono anche un’efficace azione antiossidante contro i radicali liberi.

Oggi lo stile di vita e la dieta ricca di proteine animali tendono a creare acidità nel corpo e il corpo per neutralizzarla libera riserve di sali minerali per neutralizzarla -riserve di calcio per lo più- cosa che può portare a problemi di carenza di calcio indebolendo le ossa, i denti e il sistema immunitario. Il consumo di alghe invece tende a riportare il corpo in equilibrio e aiuta non impoverire le riserve del nostro corpo.
A volte certi ingredienti non si usano perchè non conosciuti ma non serve essere dei vegetariani per utilizzare ingredienti un pò “insoliti”; come ogni cosa l’importante è l’abitudine e la giusta conoscenza di quello che ci fa bene.
Io utilizzo un pezzetto di alga kombu di 6/7 cm ogni volta che cuocio legumi cosa che facilita la cottura e la digestione

 oppure faccio degli involtini con il riso integrale e l’alga nori che altro non è che l’involucro esterno del sushi 😉

Con l’alga Kanten o agar agar è possibile preparare delle ottime gelatine di frutta essendo un gelatificante naturale e insapore

 L’alga wahame è quella più usata per fare la zuppa di miso, famosa e molto consumata in Giappone. E’ una delle alghe più ricca ri calcio.

Non vi resta che provarle!