Coccodrillo dietro il pouf

Quando si diventa genitori ci si rende conto di quanto le nostre scelte possano influenzare i figli e di quanto piccole cose dette senza pensare rimangano impresse nella loro mente
Quando frequenatavo le elementari scrissi un bellissimo tema (lo so sono modesta!) sulla vita segreta delle lucertole durante l’inverno e lo portai orgogliosa alla mia maestra; la sua risposta fu un misero sufficiente perchè secondo lei non avevo colto bene lo spirito del titolo “parla dell’inverno”.
Ora non vorrei tediarvi con il racconto dei miei “traumi scolastici”, ma ne ho parlato solo per dire che da quel giorno non ho più scritto niente di simile perchè ho sempre avuto paura di sbagliare, ed ora che sono mamma mi sono ripromessa che non avrei permesso che qualcuno dicesse ai miei figli che usano troppo la fantasia. I bambini vivono nella fantasia, la usano quando giocano, quando disegnano, quando mi truccano e mi pettinano come se fossi una principessa e, secondo me, non c’è nulla di più sbagliato di frenare il loro spirito creativo perchè nella vita reale le cose non vanno così!
Secondo me un bambino che cresce con l’idea che la fantasia è quasi magia diventerà un adulto che crede nei suoi sogni e farà di tutto per realizzarli; forse sono solo elugubrazioni di una mamma ma crederci non costa niente.
Io adoro vederli giocare e non importa se fanno volare trattori o disegnano il cielo rosa con alberi blu, quello è il mondo visto con gli occhi dell’innocenza e sarebbe davvero bello permettere loro di portare un pò di questa fantasia nella loro vita di adulti.
Forse bambini che crescono liberi di sognare diventeranno adulti che sogneranno alla grande o magari no ma chi sono io per deciderlo? Quindi libero sfogo alle fantasie più assurde e poco importa se qualche volta mi devo trasformare in un coccodrillo affamato nascosto dietro il mio pouf 😉

Questo post partecipa al  blogstorming