Condividiamo il cuscino?

sofia ad 1 mese di vita

Una cosa ho capito da quando sono diventata mamma, non esistono regole che vadano bene per ogni bambino. I miei due figli sono completamente diversi, la grande ha iniziato a dormire tutta la notte prima dei tre mesi, il piccolo invece ancora non lo fa. Ovviamente tutti sanno meglio di te cosa è meglio per i tuoi figli quindi, non appena si nomina la parola “sonno” fioccano consigli su consigli che a volte non sono nemmeno graditi. Guai a dire che li fai dormire con te, immagini apocalittiche di figli maggiorenni che dormono in mezzo a papà e mamma si profilano davanti ai vostri occhi, e voi genitori sarete additati come i responsabili di non si sa quali traumi per non aver lasciato a vostro figlio l’indipendenza.
 La cosa strana é che di solito le persone che hanno la fortuna di sciorinare le loro esperienza di solito hanno avuto figli che hanno dormito da subito quindi non hanno sperimentato quanto possa essere devastante su una persona la mancanza di sonno. Non dormire ti può trasformare in una persona arrabbiata con il mondo intero perchè non dormire può fare diventare isteriche (esperienza diretta) e niente è peggio di affrontare una nascita con una psiche isterica!
Nana senior ha dormito tutta la notte quasi subito, per cui per lei non è mai esistito il problema del sonno condiviso. Tutt’altra storia è stata l’entrata nelle nostra vita di nano junior. Lui è stato allattato al seno per cui la cosa più normale è stato farlo dormire nel lettone per evitare le alzatacce notturne e devo dire che la cosa mi è molto piaciuta. Edo ha passato il primo anno di vita attaccato a me tipo il cucciolo del koala, era sempre nella fascia e mi seguiva ovunque, per cui farlo stare con me anche la notte è stata una naturale conseguenza. Sul sonno condiviso si sentono le opinioni più disparate ma quello che posso dire io è che dormire insieme al mio piccolo di pochi mesi è stata una delle cose più belle che abbia vissuto. Lui era lì con il suo respiro caldo che mi solleticava il viso ed ogni tanto la sua manina mi cercava e l’allattamneto ne ha giovato perchè in pratica neanche mi svegliavo essendo il piccolo già attaccato a me. Ho letto che i neonati si tranquillizzano anche solo sentendo l’odore della loro mamma ed è bello pensare di aver regalato  a mio figlio dei sogni sereni.
Molti affermano che i bambini abituati al lettone non andranno più via e vi posso assicurare che non è vero. L’importante è fare quello che ci si sente di fare, le opinioni degli altri non contano. Il sonno condiviso è una dolce esperienza e vi resteranno dei bei ricordi.

questo post partecipa al blogstorming