Il metodo Flylady

immagine presa qui

Domenica sono stata all’ikea e come ogni volta mi sono incantata  a guardare come in soli “54 mq” ci possa stare dentro di tutto con ogni cosa al suo posto, e lo so che se non ci sta ordine in un negozio che vive su questa idea dove mai si potrà trovare , ma mentre stavo lì ad ammirare come mancasse solo al lampadario una mensola poggia tutto,  mi ha raggiunto la consapevolezza di non apprezzare abbastanza la mia casa. Non è perché ancora devo farci un sacco di cose, è fisiologico che la casa cresca insieme ai suoi abitanti; non è perché alcuni muri sembrano le brutte copie dei quadri di  Pollock (ho un piccolo artista in casa e non mi va di segargli le manine); non è perché ancora non ho la stanza da letto dei miei sogni, che in realtà ancora non ho deciso quale sia. La cosa che proprio non riesco a gestire è il disordine.
A volte dico a me stessa che il disordine di casa mia rispecchia la mia creatività…baggianate! Io non sono solo pigra, e già questo sarebbe più che sufficiente, io sono anche male organizzata. Tendo a rimandare, rimandare e rimandare e nonostante io sappia che è sbagliato rimando ancora. In realtà la soluzione l’ho trovata un annetto fa quando frequentando un forum qualcuno mi parlò di Flylady. Non so chi di voi ha sentito parlare di questo metodo ma da quando ho iniziato a seguirlo la casa, come per magia, era in ordine. Poi tra vicende alterne ha lasciato perdere ma sono due giorni che penso e ripenso che sarebbe il caso di riaprire l’email dove arrivano giornalmente i compiti da fare. E si perché il metodo funziona proprio così : ci si iscrive al gruppo di flylady italia e giornalmente arriveranno nella vostra casella di posta le cose da fare quel giorno; tutto si basa sulla routine, perché solo facendo tante piccole cose ogni giorno si arriverà ad una casa ordinata e pulita senza dover passare quelle interminabili giornate di riordino quando sembra che una bomba è esplosa fra le vostre mura domestiche.

Lo scopo di flylady è FLY che altro non è che l’acronimo di Finally Loving Yourself, volerti finalmente bene.E come arrivare a volersi bene? Si inizia da 31 baby steps iniziali che dovranno essere fatti giorno per giorno e alla fine del mese dovreste essere ormai una flylady, aver capito cioè come fare le cose senza fatica. Il primo baby steps è “shine your sink”, cioè fai splendere il tuo lavello; il primo giorno quindi muniti di spugnetta e anti calcare dovrete riportare il vostro lavandino alle condizione iniziale di uscita dalla fabbrica e, visto che l’ho fatto, vi posso assicurare che funziona! Un’altra cosa che mi ha aiutata parecchio sono gli Hot Spot quei punti della nostra casa dove si canalizza tutto il disordine che vanno costantemente monitorati e sistemati, che a casa mia sono i contenitori che ho nelle varie parti dove si può trovare di tutto, dalle batterie ai calzini spaiati, dalla spazzola al telecomando della tv e il caricabatterie.
Vi ho incuriosito? Volete liberarvi dal caos che regna in casa semplicemente essere più organizzati? Iscrivetevi a flylady iatlia e fatemi sapere come vi trovate 🙂