L’amore delle fiabe vs realtà

Avete mai notato quanto sia facile l’amore nelle fiabe? E non parlo del contorno di guai che possono accadere, ma proprio del sentimento. L’amore  a prima vista esiste eccome in quel mondo, la nostra eroina incontra il bel principe, nenache il tempo di guardarsi negli occhi ed ecco l’amore che nasce e dura pure per sempre!Il principe magari ha solo sentito parlare di una donzella in difficoltà e già è innamorato di lei e la sposa pure. Fiabe appunto, perchè nella vita reale mica funziona così; nella realtà l’amore a prima vista magari ti capita quando stai al liceo e pensi che il ragazzo conosciuto sui banchi sarà l’uomo della tua vita, salvo ricrederti dopo anni di fidanzamento e lasciarlo, oppure all’università quando senti di poter dominare il mondo, salvo poi ricrederti un pochino.

Nella vita è tutto più complicato, trovare la persona giusta per noi è un’impresa titanica, il dubbio che mi sorge è se siamo noi che abbiamo complicato le cose. Appuntamenti su appuntamenti, critiche su tutto, aspettative esagerate quando in fondo per il cuore sarebbe tutto più facile: farfalle nello stomaco si può provare, no farfalle nello stomaco lasciare perdere.
Quante storie finite male si sarebbero potute evitare ascoltando il nostro istinto? E non parlo delle storie adolescenziali ma di quelle da adulti quando magari il rapporto ti porta a progetti seri e magari figli. Alzi la mano che non ha mai pensato notando un difetto dell’amato “si ma poi lo farò cambiare io”. Dlin dlon comunicazione di servizio: le persone non cambiano. Quante volte sentiamo di storie che finiscono dopo anni accompagnate da “lui è davvero cambiato”. Ma si cambia davvero? Dopo anni che si sta insieme cosa cambia? Magari a cambiare è solo la nostra percezione di chi abbiamo accanto, il povero xy è rimasto sempre uguale ma noi vorremmo che la magia dei primi appuntamenti durasse anni. La magia  svanisce, ma forse apprezzare la quotidianità renderebbe felici lo stesso; magari chi la quotidianità non l’ha anela ad essa ogni istante. Io ci credo poco al cambiamento, si cresce è vero e si matura, ma cambiare è un termine che secondo me é abusato. Secondo me sarebbe semplice ammettere che, a volte, l’amore finisce e punto. Non sempre ci sono vittime e carnefici e trovarle non renderà più facile la separazione. Stiamo tutte lì a leggere fiabe su fiabe, con questi principi che salvano sempre la povera ragazza e l’amano in eterno, la verità è che siamo state traviate. Io già la vedo mia figlia con gli occhi a cuoricino guardare i baci di cenerentola & co, ma se nella vita non succederà nulla di eclatante ma sarà solo una bellissima semplice vita lei come ci rimarrà?
Sognare è bello, ma ascoltare troppe fiabe nuoce alla salute amorosa.