Pensieri mattutini

Stamattina mentre scrivevo al pc mi sono ricordata di un fatto assurdo successo all’inizio dell’ università. Quell’anno divisi l’appartamento con la peggiore persona mai conosciuta, una persona negativa che non tollerava la positività negli altri. Magari voi penserete che sono stata fortunata se questa tizia è la persona peggiore che io abbia conosciuto, e forse avete ragione, ma credo che chi non crede nel bene non possa fare del bene e non mi piace.
Ora se uno vuole essere leopardiano fino al midollo io non ho niente da ridire badate bene, ma cerco di frequentare persone che mi possano arricchire e non deprimere. Cmq era una mattina di fine ottobre, era presto, musica in sottofondo, facevamo colazione e la cucina senza tende era illuminata da uno splendido sole ed io, istintivamente, sorrisi. Lei mi guardò quasi sconcertata e mi chiese cosa avessi da sorridere; francamente non ricordo cosa le risposi o se le risposi, ma stamattina la mia scrivania era inondata dal sole ed ho ripensato a quell’episodio. Ho ripensato che passano gli anni ma una giornata di sole mi rende sempre allegra. Stamattina mi sentivo felice perchè ero felice, e lo ero senza una ragione particolare ed ho pensato che a volte la vita ci mette davanti a scelte difficili ed ostacoli, ma noi dobbiamo essere più forti e cercare dentro di noi la luce che ci rende unici e ci permette di affrontare la vita con il sorriso.
Non ditemi che faccio retorica vi prego, lo penso davvero. Penso che siamo fortunati e spesso non ce ne accorgiamo.

Nota della’autrice: un bacione a Tizi, Anto e Leo, so che mi leggete, grazie 🙂