Il bello di alcuni drammi è che colpiscono tutte…anche la collega antipatica!

I bambini sono carini perché ti fanno delle domande spiazzanti, primo perché a volte non sai come rispondere e, secondo perché hanno tristemente ragione anche se noi facciamo finta di non pensarci.
Questo prologo per parlarvi di un problema serio, un dramma per alcune donne…
il seno a sciarpetta.

Io non l’abitudine di vestirmi chiusa in bagno, e capita molto di frequente di farlo davanti a 4 occhi  minorenni che mi scrutano e si accorgono anche se devo fare la ceretta, cosa a volte un po’ fastidiosa devo dire…sarò libera di farmi la ceretta quando voglio? Pare di no.
Comunque i due occhi di nana senior l’altro giorno mi scrutavano con particolare interesse, ed ecco che dalla sua boccuccia è uscito il seguente interrogativo:
“Mamma perché usi il reggiseno?”
“(attimo di silenzio da parte mia)”
“ah ho capito, così le tue sene sembrano più gonfie!”

Ora io dico, ma dovevo per forza avere una figlia con questo spirito di osservazione? Ora non è che le mie “sene” siano piccole ed abbiano bisogno di apparire più grosse, ma come faccio a spiegare a mia figlia il terribile dramma delle tette a sciarpetta?

Io vi vedo voi 18enni al mare in estate con quei triangoli per costume, o magari anche in topless…ma non crederete mica che dureranno? La forza di gravità arriverà anche per voi! Potrete fare anche migliaia di esercizi per i pettorali, ma solo una cosa potrà evitare il fisiologico calo delle vostre “sene”: la chirurgia plastica.
Ordunque cara nana senior, due anni di allattamento e 31 anni di vita magari non si vedono in viso, ma si vedono sul seno, quindi metto il reggiseno per non avere un decoltee (si scrive così?) simile a quello della vicina settantenne 🙁
Ma come sempre anche i peggior drammi sono meglio sopportati se condivisi, se poi si condividono con la collega acida e antipatica è ancora meglio!

post signature