E’ arrivata la mamma

Io non abito più a casa da tanti anni, me ne sono andata per studiare e non sono più tornata.
Ora mia madre è qui per qualche giorno e tante dinamiche tornano a galla, per una settimana sarò anche una figlia, e rivivrò tante cose che mi riporteranno indietro di più di 10 anni.

L’inizio è stato splendido, dopo neanche un giorno mi ha guardato e mi ha detto che sono ingrassata e devo mettermi a dieta. Che bello, non vedevo l’ora di sentire il giudizio prova costume in questi giorni!
Mi chiedo e  vi chiedo, ma si smette mai di essere figli?
Quando si comincia a rapportarsi come due adulti? Madre e figlia possono avere un rapporto alla pari una volta raggiunta una certa età?
Io sono una di quelle che non ha mai voluto la mamma amica, e mia madre non ha mai lontanamente pensato di esserlo, ma forse un’impostazione diversa ci avrebbe aiutato.
Adesso che entrambe siamo donne ci sono sempre degli argomenti di cui non parliamo, o parliamo con molto imbarazzo e mi dispiace, perché è vero che da adolescente non avrei voluto una mamma amica, ma da trentenne una amica mamma mi farebbe comodo.
Mi chiedo se quelle piccole divergenze dipendono dal carattere, o dal fatto che io rimarrò sempre la figlia. Anche adesso che sono madre, certe cose ci separano e non riesce a vedermi come una donna.
Magari è colpa mia non so, ma mi piacerebbe un rapporto più alla pari.
E’ una di quelle cose su cui voglio lavorare, prima di tutto con me stessa, per capire che questo rapporto profondo che ci lega, può avere anche quel bellissimo risvolto di amicizia e complicità che tante volte vedo.
Per ora mi limiterò a farmi viziare, che ogni tanto essere solo figli non fa male!

Ps. per chi se lo sta chiedendo, mia madre sta dormendo in questa stanza dove io scrivo tipo ladra al buio, perché io l’outing sul blog non sono pronta a farlo!

post signature