Leggetemi ma non ditemi che lo fate

Una mamma della classe di mia figlia mi ha detto che mi legge, indovinate di che colore sono diventata? Mi sono vergognata come una ladra dentro la mensa della caritas, perchè anche se quando si scrive si spera che le nostre parole finiranno da qualche parte e saranno apprezzate, io mi sento in imbarazzo quando so che qualcuno che mi conosce mi legge.
Mi fa piacere ovviamente, ma mi vergogno lo stesso.

In casa mia vige una regola ferrea, se mio marito passa di qua e legge il blog lo può fare, ma non può fare battute e commenti su ciò che ha letto perché preferisco non sapere che è passato. Lo so sono infantile, una che si mette a scrivere della propria vita poi non vuole che se ne parli? Esatto.
Io sono strana si sa, e mi piaccio con le mie paranoie perchè mi calzano a pennello, e sono le stesse da quando vado alle medie. Mio padre ha letto il mio ultimo tema in quinta elementare e poi ha letto quello che fatto alla maturità, nel mezzo un grande buco nero dettato dalla vergogna profonda e dalla paura che a lui potesse non piacere. Ora non immaginate uno strano rapporto con lui, è che mio padre scrive benissimo, pubblica libri e scrive articoli ed io mi sento una attimo in soggezione davanti a lui.
Adesso il problema si ripropone perché sabato arriverà mia madre ed io non sono capace di scrivere post senza stare al pc, e lei non sa che io ho un blog, e se lo saprà lo vorrà leggere ed io non sono pronta per questo.
Non ce la posso fare a dirle che scrivo, e che lei può leggermi senza chiedermi il permesso.
Che dite è una di quelle cose per cui ti consigliano di andare in analisi? Un vecchio trauma che mi ha sconvolta da piccola? Che poi io sogno di anni di andare in analisi. Stare lì seduta davanti a questo sconosciuto che mi spiega l’origine delle mie piccole follie.
Lui sta lì seduto ad ascoltare le peggio cose e mi dice pure perché sono così.
Sono l’unica a farmi questi problemi? Voi provate imbarazzo o siete felici come bimbi la luna park se i vostri amici e parenti vi leggono?
Comunque, divagazione a parte, lei arriverà sabato e se troverete il blog cancellato saprete il perchè!

post signature