Mamma che Blog, il post serio

La giornata di sabato trascorsa al quanta village per l’evento “mamma che blog” è stata quanto di più stimolante potessi immaginare.
Eravamo oltre 200 blogger, l’aria che si respirava era rilassata e gli interventi sono stati arricchenti. Voi che mi seguite sapete che il mio blog è un neonato e, anche se curato e amato, è ancora nella fase “sto mettendo il primo dentino”.
Essere sabato a Milano e sentire parlare in maniera così stimolante di argomenti che interessano questo mondo mi ha fatto tornare a casetta con tante consapevolezze.

Intanto perché si decide di aprire un blog? Io non so gli altri, ma quando l’ho fatto io è stato per scrivere di me della mia vita, delle mie passioni, e non credevo che qualcuno sarebbe passato di qui a leggere le mie elucubrazioni. Ho sempre amato scrivere, ma ho sempre pensato di non essere abbastanza brava per essere letta, poi un giorno ho deciso che nella vita le cose si fanno prima di tutto per noi stessi e mi sono buttata, e sapete una cosa? Non mi sono rotta niente! A dire la verità pensavo che mi avrebbero letta solo gli amici, ed invece solo pochi amici mi si filano e in compenso ho conosciuto persone fantastiche a cui ho dato un volto finalmente. Voi perché lo avete aperto? Cosa vi spinge ad aggiornarlo? Avete delle aspirazioni o il vostro è solo un hobby?

Si può guadagnare con un blog? Se la vostra idea di guadagnare con il blog è legata a questo sappiate che bisogna avere tante visualizzazioni di pagina per guadagnare seriamente con i banner, ma dove tante sta per centinaia di migliaia. Capirete bene che blog che parlano di cacche e moccioli verdi sono ben lontani da quel traguardo. Certo magari tra di voi ci sta la nuova Jane Austen che saprà farci innamorare anche con la ricetta del brodo vegetale, ma le altre? Traete le vostre conclusioni.

Il vostro personal brand. Che significa? Ognuno di noi è una persona piena di sfaccettature, ma ci pensate mai che voi stessi siete un “marchio”? Non esattamente nel senso più commerciale del termine, ma un blog è una vetrina, continuamente aggiornata su quello che sapete fare e su come lo fate. E’ da qui che potrebbero arrivare proposte lavorative serie. Lavorate bene, con passione e costanza e i risultati si vedranno. Lavorate su voi stessi e miglioratevi sempre, è questa la vostra arma…e la mia 😉
Chiedersi “che problemi risolvo?” il professionista di #personalbranding è stato davvero bravo nel cercare di spiegarci quanta importanza ha la nostra immagine vista nella sua interezza, avere un blog ci permette di costruire la nostra immagine, mettendo in risalto quelle che sono le nostre specificità e creando di fatto un curriculum in continuo divenire.
Non ha importanza ciò che sappiamo fare, ma quello che facciamo deve essere eccellente. Possiamo risolvere un problema piccolo, come il bisogno di rilassarsi 5 minuti leggendo un post, non ha importanza il bisogno che soddisfiamo, quello che facciamo deve essere fatto con passione.

Come deve essere un blog professionale? su questo dovrò dirvi tante cose avendo frequentato il Momclass di Retelab, dove per 2 ore sono stata attentissima ad immagazzinare quante più cose potevo, ma lo farò in un altro post.

Spero che queste riflessioni possano essere utili a voi come è stato utile a me ascoltarle.

Chiudo ringraziando Jolanda Restano di fattore mamma per la splendida organizzazione, ha trasformato l’evento in una giornata speciale!

post signature