Adesso le interviste le faccio qui, Moda per principianti

Immagino che qualcuna di voi seguisse il blog “shine” quindi vi sarete accorte che non è più online. Era un bel progetto che purtroppo non è andato a buon fine, pur avvalendosi di bravi blogger.
D’altronde è già difficile capirsi di persona, se poi ci si mette anche uno schermo davanti la cosa diventa ancora più complicata. Fatto sta che mi dispiaceva che non fossero online le interviste che avevo pubblicato, e quindi ho deciso di riproporle su questo blog, nel mio adorato spazio.

La prima che voglio ripubblicare è la prima, quella fatta ad AnnaVenere del blog Moda per principianti. Io non seguo le fashion blogger, ne leggo ogni tanto qualcuna, magari se mi serve qualche dritta, e non perché io non ami la moda, anzi, ma perché spesso mi stufano. Qusto invece è un blog di moda atipico, un blog che vi farà capire come non esistono abiti belli, ma abiti belli per il vostro corpo, tagli che stanno meglio ad alcune rispetto ad altre, e regole base quando si vuole apparire perfette. Io adoro le sue spiegazioni e le sue dritte, e sono sicura che vi piacerà tantissimo.



Parlaci un po’ di te. Perché hai deciso di entrare nella blogosfera?

Io sono una grafomane, ho sempre scritto moltissimo, nonostante il mio modo di scrivere non collimasse con il giudizio delle varie insegnanti di italiano. Da quando ho aperto Moda per Principianti ho potuto collegare la scrittura con la mia latra passione, lo shopping, cercando però di trovare un modo in cui la moda fosse a portata di tutte le forme, le taglie e i portafogli.

Il tuo lavoro è legato a ciò che scrivi? Ti piacerebbe passare da hobbista a blogger professionista?
Il mio lavoro non è in nessun modo legato a ciò che scrivo e lo preferisco, appena esco dall’ufficio smetto di essere un’impiegata e posso dedicarmi alla scrittura e al modo della moda. Certo l’idea di poter avere tutta la giornata da dedicare al mio blog e ai consigli che do per e mail invece che rubare ogni attimo del tempo libero sarebbe bellissima, ma al momento non credo sia possibile.

Gli errori che una donna non dovrebbe mai fare.
Gli errori che una donna non dovrebbe mai fare sono più concettuali che stilistici, il più grave è desiderare un vestito a prescindere da come le sta, e intestardirsi nel dimagrire o modificare il fisico per poterlo indossare, ignorando l’abito sulla gruccia a fianco che esalterebbe i suoi pregi minimizzando i difetti. L’altro errore è pensare che per vestirsi bene occorra tempo e denaro oltre alla pazienza di indossare capi scomodi, invece bastano pochi trucchi per scegliere i capi giusti, indossarli a rotazione ed essere al contempo comode.

Le regole della moda, seguire le tendenze o creare un proprio stile?
Seguire le tendenze comporta molti rischi, non solo economici, un capo va di moda e ci si convince che debbano indossarlo tutte, ma tale capo donerà solo a un certo tipo di donna, gli skinny per esempio faranno sembrare più larghi i fianchi non minuti, mentre un vestito a ruota anni 50 penderà senza vita su una donna magra con corporatura più androgina. Quindi sempre meglio seguire quello che esalta il nostro fisico non preoccupandoci se va di moda o meno, per apparire così sempre al meglio.

La soddisfazione più grande che il blog ti ha dato?
Ogni volta che rispondo a una mail e capisco che il mio blog aiuta davvero le persone a sentirsi a proprio agio con se stesse, a trovare i vestiti che donano non posso che essere felice che la mia esperienza e il mio studio abbiano dato questi risultati. Ma ricordo una mail in particolare di una ragazza che diceva che grazie al mio blog aveva capito che il suo corpo era collegato al suo carattere e che in questo modo era riuscito ad amarlo.

Secondo te cosa rende un blog, un blog di successo?
Dedizione, pazienza, gentilezza e contenuti veri che differiscono dalla massa. Quello che probabilmente rende il mio blog diverso dagli altri è che io cerco di interpretare le esigenze di donne normali, che vanno al lavoro, corrono dietro ai figli, e vogliono essere carine e in ordine senza rinunciare alla praticità.

post signature