Dolcificanti naturali, il malto

Quando ci si avvicina alla cucina naturale, una delle cose che si imparano subito è che lo zucchero è da evitare il più possibile.
Ora non starò qui a fare il panegirico sul perché e sul per come andrebbe sostituito il più possibile, mi limiterò a presentarvi una valida alternativa: il malto di cereali.
Ovviamente è uno di quei prodotti che si trovano nei negozi biologici e quindi magari tanti di voi neanche lo hanno mai visto. Si presenta con una consistenza molto simile al miele, anche se meno dolce.
Esistono vari tipi di malto, ognuno dei quali è indicato per le varie preparazioni.

Il malto di qualsiasi tipo è ottimo spalmato sul pane, sulle fette biscottate o gallette per colazione, oppure per dolcificare e arricchire il porridge mattutino, insieme  a frutta secca e uvetta, e volendo dei pezzetti di cioccolato.
Aggiungendone il 3/4% agli impasti si migliora la resa del lievito, ed aggiungendone un cucchiaio si favorisce la crescita del lievito nella preparazione della pasta madre.

Il malto di mais essendo il più dolce è indicato per preparare torte e biscotti.
Il malto di farro, kamut e orzo, sono adatti per la preparazione di gelati e budini, avendo un gusto più caramellato.
Il malto di riso è adatto invece per arricchire bevande e frutta cotta.

Ovviamente esistono tantissime ricette di pasticceria naturale che utilizzano il malto al posto dello zucchero, e sarete i felici testimoni dei miei esperimenti culinari durante questo inverno.

Intanto se vi capita compratelo e tenetelo in cucina, così magari vi abituerete pian piano a quel suo gusto dolce ma non troppo, e una volta assaggiati i dolci, che spero proverete a fare colti da una raptus di curiosità culinaria, vi piacerà il loro sapore.

post signature