Idee per conserve di settembre

Fonte: rivista “cucina naturale”
Mi voglio dedicare alle conserve, quelle buone che si tirano fuori le sere d’inverno e fanno sentire il profumo dell’estate. Quelle che si conservano in quei barattoli tanto belli che è un peccato aprirli.
Quelle che fanno sentire tanto brave massaie degli anni ’50.
Ho trovato queste due ricette sulla rivista “cucina naturale” ed ora che avrò la mattina un po’ più libera perché i pargoli ricominciano scuola (finalmente aggiungerei), ci proverò.

Misto mediterraneo sott’olio
ingredienti per 1 kg

1 Kg  in tutto tra melanzane viola, peperoni e zucchine romanesche
500 ml di aceto di vino bianco
2 peperoncini freschi
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di capperi
1 mazzetto di menta
1 mazzetto di basilico
olio
sale grosso
Tagliate i peperoni a falde per il lungo, affettate le melanzane a rondelle spesse mezzo centimetro e tagliate le zucchine a tronchetti di circa 3 cm.
Versate l’aceto e mezzo litro di acqua in una grande pentola con un po’ di sale e portate a bollore. Fate bollire le varie verdure per circa 3 minuti, e una volta scolate fatele asciugare su un canovaccio per tutta la notte.
Disponetele nei vasi le verdure a strati, disponendo tra i vari strati foglie di menta e basilico, fettine di aglio sottili, capperi e peperoncino.
Irrorate con olio in ogni strato, premendo per fare uscire quanta più aria possibile.
Riempite i vasi con olio, chiudete e fate bollire per almeno un’ora.
Lasciate riposare per circa un mese prima di consumarla.
Scalogni aromatici sott’aceto
Ingredienti per 1 kg di conserva

1 kg di scalogni
1 litro di aceto di vino bianco
1 cucchiaio di zucchero di canna
4 chiodi di garofano
qualche foglia dia lloro
timo
pepe verde in grani
Pulite gli scalogni e lasciateli bollire per un minuto in acqua leggermente salata.
scaldate in una pentola l’aceto co i chiodi di garofano, 2 foglie di alloro, 4/5 rametti di timo, un cucchiaio di pepe verde e lo zucchero. 
Portate a bollore, e dopo un minuto unite gli scalogni e proseguite per latri 3 minuti.
A questo punto eliminate il timo, l’alloro e scolate gli scalogni.
Disponete gli scalogni in vasetti già sterilizzati, unendo le foglie di alloro, il timo e il pepe verde in grani.
Quindi riempite i vasetti con il liquido di cottura bollente, chiudeteli e capovolgeteli per creare il sottovuoto.
Dopo 10 minuti rigirateli e lasciateli raffreddare.
Sistemate i vasetti in un luogo fresco e asciutto per un mese prima di conservarli.
Una volta aperti vanno conservati in frigorifero e consumati dopo 3/4 settimane, oppure 2 settimane se fuori dal frigo.