Le nostre vacanze

Si torna alla normalità, i lavori riprendono con una temperatura che permette di respirare e si cerca di ristabilire i ritmi adatti al rientro a scuola.
Apro e chiudo parentesi: come diavolo farò a far entrare mia figlia a scuola alle 8.10??????
E’ stato un agosto tranquillo, trascorso in tranquillità e in famiglia, con tanto tanto mare e qualche scampagnata. In effetti i posti sono sempre gli stessi, ma io li visito ogni volta con una sacralità che fa ridere sempre mio marito, che si meraviglia come io possa essere felice di rivedere sempre gli stessi posti, ed esserne al contempo entusiasta. Ma tant’è.

La campagna dello zio, piena di profumi e di alberi carichi di frutta, che ogni volta mi fa venire voglia di lasciare tutto e darmi alla vita bucolica. Mi immagino alzarmi la mattina presto, girare con piccoli canestri raccogliendo i frutti della terra, fare marmellate come se non potessi fare altro nella vita e cose così insomma. Poi torno nella realtà e mi ricordo del mutuo, del lavoro del marito e tutte le mie uova immaginarie cadono e si rompono.
Però mi piace ogni tanto pensare a questo sogno e riempirlo di particolari, come il colore dei mobili della cucina, la casa sull’albero dei bambini e tanti, tantissimi animali. Magari una stanza per i lavori manuali, piena di luce e silenzio; e una camera da letto romantica e lontano dal mondo.

C’è stata la cucina della mamma, quella che se non ci fosse bisognerebbe inventarla, quella che mi ha fatto ingrassare e constatare con somma tristezza che non si chiudono i pantaloni, ma tanto poco importa, ho la scorta di jeans di tutte le taglie, e la prova costume è fra un anno 😉

Questa vacanza è stata più che mai all’insegna del mare, che più mare non si può, con la grande che appena arrivata si è tolta i braccioli ed ha iniziato a nuotare come se non avesse mai fatto altro nella sua vita. Dico, ma vi sembra normale che una entra in acqua e così, all’improvviso, nuota, va al largo e sott’acqua senza mai aver fatto una lezione di piscina? Però i geni mica sono acqua, io e il padre il mare lo adoriamo, e non poteva essere diversamente per i due nani di casa.

Ed ora si ricomincia, carichi e con tanta voglia di fare 😉
post signature