A spasso per food blog #2

Seconda tappa di incursione nel mondo del buon cibo; mi diverte leggere ricette, vedere sperimentazioni, ed anche guardare bellissime foto. Mi incanto a vedere come della semplice piatta può venire fotografata e capisco anche che possa attirare parecchio.

Oggi vi parlo di una ricetta che ho trovato nel blog della brava Renata, che leggo sia perché mi sta simpatica, sia perché propone spesso ricette che mi ricordano la mia terra natia, la calabria.
Le sue ricette non sono mai troppo complicate, e mi piace come lega i piatti con la sua vita, perché in fondo è vero che la cucina è il cuore della casa.

Ho scelto questo piatto perché è legato ad un ricordo della mia infanzia, a quella pentola con il batuffolo di cotone imbevuto di aceto che mia madre usava per evitare che l’odore dei broccoli arrivasse ovunque, e alla gioia di sentire il sapore dei broccoli che io amo cotti in questa maniera.

La brava Renata la pasta l’ha fatta a mano, così come la faceva mia nonna, ma immagino che questa piatto venga delizioso anche con della pasta di buona qualità, magari di un formato simile che si adatta bene a questo gusto.

Le sue ricette sono sempre gustose e profumano di famiglia, e questa pasta ne è l’esempio.
Tra l’altro questo piatto partecipa ad una bella iniziativa che va avanti da un po’ e che coinvolge tanti blog culinari, ossia la cucina regionale.
Spesso i piatti della tradizione vengono dimenticati o non si conoscono, ed è un vero peccato, e questo gruppo sta facendo un ottimo lavoro proponendo questi piatti.

Vi consiglio di provare i broccoli cotti così, li amerete!

post signature