Cose che ho imparato ad amare

Questa domanda posta anni fa avrebbe fatto nascere un post diverso, ora a distanza di anni sono cambiata, e lo è anche la percezione di cosa mi circonda. Immagino siano le famose fasi della vita, il crescere e capire che anche la lista di cose importanti muta come le stagioni.

Amo l’autunno e i suoi colori, quel manto di foglie gialle che cadono con il leggero vento, le prime giornate grigie, e il freddo che arriva. E il non vedere più infradito in ogni dove.

Stare sul divano con la coperta sui piedi, mi piace guardare fuori la luce arancione dei lampioni e pensare che quello è il posto esatto dove vorrei essere.

Sperimentare cose nuove, e capire che anche se sono diverse da quelle che fanno gli altri vanno bene lo stesso. Non devo più convincere nessuno, non ne sento la necessità perché io sono felice e nulla più ha importanza di questo. In passato avrei cercato di convincere gli altri sul fatto che le mie scelte sono giuste; ora ho capito che tutto è relativo, e che le mie idee sono giuste per me e questo basta. Nella vita non si è costretti a spiegare sempre tutto, a volte sono anche gli altri che devono cercare di capire. E se non condividono, il problema non è il mio.

Amo me stessa, la persona che sono diventata, il percorso interiore che mi ha portato a questo. Spesso quello che pensiamo sia giusto non è quello che ci rende felice, ed allora bisogna guardarsi dentro, capire quello che si vuole, e anche se doloroso a volte, cercare di lavorare per raggiungere il nostro obiettivo. Quando sarete vecchi sarà troppo tardi per realizzare i sogni, e nulla è più triste dei rimpianti.

Amo guardare cavolate in tv, mi rilassa e mi diverte. Mi piace vedere i programmi assurdi di SKY, e sono in lutto perché non mi fanno più ridere con fashion police e Joan Rivers.

Amo la mia ciocca rosa. E sto meditando di farla diventare verde. E amo il mio tatuaggio. Se 10 anni fa mi avessero detto che avrei avuto un tatuaggio mi sarei messa a ridere. È evidente che si cambia :)

Amo le amicizie virtuali, il conoscersi senza essersi mai visti. Ed avere quella bella sensazione di poter conoscere persone speciali anche se dietro uno schermo. C’è chi si meraviglia, io invece trovo fantastico capirsi senza guardarsi negli occhi. Qualche mese fa una fantastica persona conosciuta prima in rete, mi ha detto che quando si incontrano certe persone non si conoscono, ma si riconoscono. Non trovate che sia un pensiero bellissimo? In questo ultimo anno ho conosciuto tante persone speciali, una su tutte ancora più speciale.

Adesso mi fermo e vi saluto, ci sta la famiglia che mi aspetta per fare colazione :)

Ah dimenticavo di augurarvi buona giornata :)