Sconfitta dal cambio di stagione

Implacabile come ogni anno arriva il cambio di stagione, e da anni ormai sposto senza avere il coraggio di buttare vestiti che non metto da anni. E come se questo non bastasse, apro l’armadio e penso la super classica frase “non ho niente da mettere”. La cosa brutta è che è vero nella peggiore accezione, quella per cui quello che hai nel tuo armadio non ti piace.

Lo stile di una persona attraversa varie fasi, io per esempio sono passata dallo stile liceale magra come una canna, al periodo no global universitario, allo stile ho tutte le maglie piene di vomito dei miei figli ed esco in tuta.

La verità è che quando penso di non avere nulla da mettere lo penso sul serio, penso che tante delle cose che ho non corrispondono all’idea che ho di me stessa, o forse all’immagine che vorrei avere. Sto lì a fissarmi in quello specchio e avrei voglia di andare in uno di quei programmi dove ti rifanno il guardaroba, e ti dicono quali sono le cose più adatte a te, i colori che ti donano, e le forme che nascondono la pancia a borsetta regalo di due gravidanze e di sgarri di mezzanotte.

Vi capita mai di incontrare qualcuna in giro e pensare che è vestita come voi vorreste? Oppure vedere la vostra immagine riflessa nelle vetrine e trovarvi mille difetti? A me non raramente purtroppo. Ora mi chiedo perché? Cosa mi spinge a comprare cose che poi non mi riflettono in pieno. Secondo me devo imparare a fare compere, ma prima devo imparare a buttare quello che non metto.

Ho letto da qualche parte che se un vestito non si indossa per una stagione, non si indosserà più quasi sicuramente, e pur cercando di confutare questa tesi, ammetto che è quasi sempre vero. Ed allora l’altro giorno durante il cambio qualcosa l’ho eliminata, come la minigonna di jeans che ormai sembrava una culottes, il maglione infeltrito pre gravidanza, il vestito estivo che sembrava premaman ma non lo era: mentre altre cose rimangono baluardi del non buttabile anche se so che non li metterò più. Diciamo che spero di aver più coraggio la prossima volta, e spero di essere riuscita a capire cosa comprare, cosa è meglio per me ( leggi conoscere Carla Gozzi, chiuderla dentro un centro commerciale ed obbligarla ad aiutarmi).

Questo è un appello pubblico, una richiesta di aiuto, chi aiuterà la vostra amica a capire cosa indossare?

 

Ps mentre scrivo questo post lo sconfitto Romney ha finito il suo discorso e chiudo con una parola politically scorrect: buahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh Go Obama!!!!!!!!!