Venerdì del libro, “il medico di se stesso”

Oggi vi vorrei parlare di un libro che mi ha segnato, perché è stato il primo letto riguardante la medicina alternativa.
L’ho comprato dopo una conferenza, dopo aver capito che tutto ciò che noi crediamo non sempre è vero, o perlomeno esistono altri punti di vista.
Il medico di se stesso” di Naboru Muramoto è una manuale pratico di medicina orientale, ma il bello di questo libro è il suo essere una finestra su un mondo altro dal nostro, un manuale per capire il nostro corpo e i segnali che ci manda.

Noi spesso tendiamo a scindere la parte fisica da quelle psichica, ma in realtà se non vi è equilibrio tra le due parti non possiamo stare bene in modo completo.
Questo dipende dalla nostra visione occidentale, dal fatto che ormai ricorrere alle medicine tradizionali è visto come normale, mentre in realtà non lo è, dal fatto che non siamo più abituati ad ascoltare i segnali del nostro corpo, e dal fatto che comunque non sapremmo interpretarli.

Tutto è riconducibile al cibo, fonte primaria di benessere o malanni, e nel libro vengono spiegati benissimo le caratteristiche dei vari alimenti, la loro funzione e i loro effetti sull’organismo.
Non è un libro facile da spiegare, perché pieno di talmente tante informazioni che è difficile parlarne in maniera organica. Lo definirei una micro enciclopedia, assolutamente da leggere, per tutti quelli che vogliono avvicinarsi ad una visione diversa del corpo e del cibo che lo nutre.

Una delle cose che mi ha colpito non appena l’ho aperto è stata la sezione dedicata all’auto diagnosi, quello che siamo infatti può dirci molto sulla nostra salute, la forma del nostro viso, la forma delle nostre unghie, la distanza tra gli occhi, sono tutte cose indicative del nostro stato di salute, e delle nostre predisposizioni.

Prima di allora chi aveva mai fatto caso alla forma delle orecchie, alla temperature delle mani e alla bombatura delle unghie? Io certamente no, ed ancora adesso, lo apro e mi sorprendo leggendo qualcosa.
E’ uno di quei libri che si tengono nel ripiano della libreria, uno di quelli che si consultano sempre e che non si possono non leggere, se non altro per curiosità.

Nel libro troverete anche una seziona fatta molto bene dedicata ai rimedi naturali, agli infusi e alle ricette, e sono tutte cose che mi appassionano un sacco perché mi fanno comprendere che prima di scegliere la nostra via, sarebbe bello e molto arricchente sapere, leggere e curiosare altri metodi, e altre visioni della malattia e del nostro essere persone dotate di un equilibrio delicato e quasi magico.

Se siete interessati, qui lo potete acquistare

Il medico di se stesso
Naboru Muramoto
a cura di Michele Abehsera
traduzione di Ferro Ladvinka
Feltrinelli
ISBN 88-0781558-3

Con questo libro partecipo al “venerdì del libro” di Homemademamma

post signature