Di cosa ha veramente bisogno un neonato?

Quando nasce un bambino, specialmente se è il primo, si parte per spedizioni verso i classici negozi dedicati all’infanzia, magari si arriva accompagnate della nonne, con liste lunghissime e si passano le ore tra ciucci e lettini.

Ma cosa serve realmente ad un bambino quando nasce? Quasi nulla.

Il classico consumismo nasce fin dal test di gravidanza e dura per tanti anni, ne parlo per esperienza, ma se tornassi indietro certamente non comprerei molte delle cose che ho comprato.
Un bambino appena nato ha pochissime esigenze ma nessuna di queste è legate alla carta di credito. Un bambino che nasce si accorge intorno ai 7 mesi di essere uscito dalla pancia della mamma e quindi ha bisogno di braccia, amore e nutrimento.

La lista delle cose che noi compriamo in preda all’euforia spesso è superflua:

  • I lettini microscopici non servono, i bambini crescono come i fagioli magici, conviene comprare da subito un lettino più grande e magari circondare il bambino con delle coperte arrotolate per non farlo sentire spaesato in tutto quello spazio.
  • Lo scalda biberon è inutile, intanto perché molte di voi allatteranno, e poi perché mettendo il biberon in un pentolino con dell’acqua si scalderà ugualmente ed anche in meno tempo. E la cosa vale anche per gli omogeneizzati.
  • Il fasciatoio secondo me si può non comprare, io alla fine cambiavo i miei figli sempre sul letto con degli asciugamani sotto, e il fasciatoio è presto diventato un piano di appoggio ingombrante e fastidioso.
  • I body taglia “0” è inutile comprarli, magari ve ne regaleranno qualcuno, ma voi passate direttamente all’acquisto degli “1-3” mesi, magari le prime due settimane vi sembrerebbe grandi ma la settimana seguente saranno perfetti. Il mio secondo figlio è nato di 54cm e la taglia da neonato non l’ha nemmeno vista da lontano.
  • Creme e cremine per il cambio non sono necessarie. Quando cambiate il bambino, e fatelo spesso, lavatelo con dell’acqua. Questo eviterà molti arrossamenti, e se dovessero arrivare usato uno spray omeopatico ottimo, Eptyl spray.
  • Moltissimi dei giochi che riportano la scritta “da 3 mesi” non verranno nemmeno guardati prima dei sei, e comunque sempre poco rispetto alle vostre aspettative. Cercate di scegliere giochi naturali, magari in legno che possano anche stimolare di più la loro fantasia.
  • Le vasche per fare il bagnetto sono ingombranti e superflue, si può benissimo usare la vasca e magari usare quando crescono delle sedioline con ventose da tenere in vasca. Se proprio non volete farne a meno esistono i modelli pieghevoli.
  • I seggioloni grandi come la vostra cucina li odierete fidatevi. meglio scegliere una di quelle sedie-seggioloni come quelli della stokke che si potranno usare anche quando i bimbi saranno cresciuti.
Ovviamente i classici lettini, passeggini e carrozzine possono essere sempre prestati, da amiche o parenti che non li usano più.
Un acquisto che invece vi consiglio di fare è un tiralatte, io ho usato quello manuale della avent e mi sono trovata benissimo, e voi potrete usarlo per tirarvi il latte e congelarlo.
E voi volete allungare la lista? O non siete d’accordo?