La dieta depurativa di quaresima

vegetables

Si dice spesso “Aprile dolce dormire” ed io ogni anno rispetto questo detto da brava scolaretta. Ciondolo con gli occhi stanchi, mi sento senza forze e dormirei anche appoggiata ad un muro. In realtà la stanchezza primaverile è più che normale, è uno stato dell’organismo che si sente appesantito dalle tossine accumulate durante l’inverno, ed anche dai chili in più. Io di chili ne ho smaltire, ed anche se in inverno io e la dieta viaggiamo su due rette parallele e molto distanti, in primavera sento sempre il bisogna di rigenerarmi e sentirmi più leggera.Lo faccio anche se non sembrare una salsiccia con i chili che si appoggiano sui fianchi è vero, ma lo faccio specialmente perché non mi sento bene, sento che questa condizione di malessere non è normale, perché so come mi sento quando sto bene. La primavera è il momento perfetto per depurarsi, per adottare uno stile alimentare povero e la dieta di quaresima è perfetta per questo scopo.

Si chiama dieta di quaresima perché va fatta per un periodo abbastanza lungo, come la quaresima appunto, ma se non ce la fate va bene anche fare meno giorni. Io l’ho sentita per la prima volta quando ho conosciuto quello che adesso è mio marito perché lui l’ha fatta ed è stato bravissimo. Ricordo che mi sembrava strano vederlo mangiare chili di riso e verdure, ma vederlo con un viso radioso, una pelle liscissima ed energie da vendere. Non è facilissima da fare ma vi darà dei fantastici risultati, ed infatti io ho deciso di iniziarla dopo pasqua, ma vediamo nel dettaglio cosa fare:

bisogna ridurre al minimo il consumo di prodotti animale, e se possibile evitarlo;

mangiate gli alimenti vegetali proteici, come i legumi, la frutta secca e i semi;

prediligere cerali integrali o semi integrali e pane di farine poco raffinate e lievitato con pasta madre;

prediligere il riso, e un’ottima scelta è anche il miglio;

se riuscite iniziate con un giorno di digiuno, magari ripetuto qualche altra volta durante il periodo. I giorni del digiuno bere tantissimo e se non resistete mangiate frutta e verdura di stagione;

consumare frutta e verdura di stagione, gli alimenti particolarmente indicati sono banane, patate, il sedano, il limone e la barbabietola per le loro doti depurative, ma vanno bene tutti che sceglierete;

niente alimenti industriali come zuccheri, dolci e bibite;

condire con olio di oliva.

I pasti del giorno non dovranno essere tristi e ripetitivi perché altrimenti durerete 4/5 giorni, ma cercate di variare il più possibile i condimenti e le verdure mangiate, e ricordate che affinché il corpo possa usare al meglio il ferro presente nelle verdure queste vanno condite con il limone

I primi giorni saranno molto difficili, specialmente per chi è abituato a consumare molte proteine animali, ma la cosa importante è che non avrete fame, ma solo voglia di grassi. Non la vivete come una dieta dimagrante, anche se vi sgonfierete parecchio, ma come una dieta purificante da regalare al vostro corpo una volta l’anno.

Allora chi inizia con me?