Dispersa vita sociale

amiche manuela barattini

credits: Manuela Barattini

Uno magari programma un fine settimana in famiglia, da passare in serenità, tralasciando per un po’ la vita frenetica degli altri giorni, progettando pranzetti gustosi, e prove di ricette nuove, e visto che ci sta magari iniziare a sistemare delle cose in casa, che stanno lì ad aspettare da mesi e nessuno se le fila.

Poi lunedì ti chiamano da scuola che il piccolo sta male, e il termometro arriva quasi a 39. Allora pensi che però magari sabato e domenica si riesce a fare almeno una passeggiata insieme, ed infatti giovedì la febbre è scomparsa e tu gioisci. Gioisci fino a venerdì mattina, quando il piccolo si alza come se avesse dormito su delle rotaie, raffreddato come non mai, e il malefico termometro risale.

Ci deve essere una congiuntura astrale, una specie di maledizione dei weekend che non ci permette di organizzare nulla da mesi a questa parte. No problem, dicono che la primavera anche se in ritardo arriverà, e noi saremo al varco, i primi ad accoglierla. Adesso vi saluto, mi tocca grattugiare un mela per nano moccioloso e con tosse che ha occupato il mio letto.

Nel frattempo se qualcuno vede per strada la mia vita sociale, le può perfavore riferire che mi manca e che spero di rivederla presto? Grazie.