Il meglio della settimana #giugno 5

keep-calm-and-read-the-best

La lista in estate + sempre più corta perché con entrambi i figli a casa (non ce la posso fare :)) è già tanto se riesco a fare la pipì. Anyway oggi secondo me, la selezione merita davvero e spero che leggiate tutti i post perché davvero belli.

Buona domenica e buona lettura.

vanity fair una commovente e bellissima storia di normalità. dove c’è una donna che ci fa pensare quanto un piccolo gesto, una mano tesa a dare un piccolo aiuto può fare la differenza.

the pellons e quel momento in cui assapori di nuovo la libertà di fare, e la gusti per un momento che ti fa stare tanto bene

kosenrufu mama come sviluppare il ruolo paterno

Volevo chiamarle Frida un viaggio attraverso le foto ad Arles, cittadina amata da Van Gogh e la voglia di partire per il sud della Francia aumenta

racconti d’oltre cavolo non so se amare di più il bananen box o il porta vasetto da yogurt, nel dubbio se qualche mio bravissimo amico passa da quelle parti e me lo impacchetta per il compleanno sarò grata a vita :)

Come se non bastasse leggendo questo post mi sono ritrovata per le strade a fissare due persone che si amavano ai tempi della seconda guerra mondiale, ed è stato quasi come essere lì

Dear miss Fletcher e un giro del mondo molto particolare perché fatto attraverso i libri

Alla fine di tutto arrivano i sorrisi con questo post davvero divertente, la premessa che io Amelie lo adoro come film ma sia che lo amate che lo odiate questo post di Bonsai vi farà ridere un sacco 😉

 

Vi segnalo il meglio della settimana di Ero lucy, impronta di mamma e Federica e chi volesse partecipare può farlo semplicemente, ma l’unica cosa che vi chiedo è di linkare tra i commenti eventuali post così non dimentico nessuno.