Trucchi e consigli per fare bene la spesa

spesa

Source: polycart

Io non sono un tipo organizzato anche se lo vorrei tanto. Mi piacerebbe avere sempre tutto sotto controllo, riuscire a gestire bene gli imprevisti, essere una di quelle donne con il kit da cucito in borsa ed i capelli sempre in ordine. Sono invece una con le briciole in borsa e i cappelli che coprono il disordine che ho in testa.

Ma essere disorganizzati di natura non vuol dire non poter aspirare ad una bravura organizzativa, o perlomeno riuscire a migliorare degli aspetti a cui obiettivamente è meglio dare una limatina, come quelle azioni come la spesa che se fatte bene non solo fanno risparmiare ma permettono di non arrivare a 10 minuti dalla cena senza sapere cosa mettere in tavola. Ora anche la Parodi ha dedicato una rubrica al salvacena, peccato non avere mai il filetto di trota salmonata o i carciofi già puliti che mi guadano dal lavello.

Ed allora come fare? Si può iniziare stilando delle regole da seguire per fare la spesa, infarciti da qualche consiglio green.

  • Non fate la spesa in preda ad una crisi di fame
  • Arrivate con una lista
  • Comprate frutta e verdura di stagione, e cercate di farlo al mercato quando possibile
  • Anche il pesce segue una sua stagionalità, cercate di rispettarla il più possibile
  • Il menù settimanale è la svolta organizzativa, e cercate di variare anche questo
  • Per ogni cosa che comprate pensate mentalmente ad una ricetta, se non la trovate rimettete a posto e via verso un altro prodotto. (Ovviamente non vale per il cioccolato )
  • Non comprate niente che vostra nonna non riconoscerebbe come alimento commestibile
  • Meno lavorato è, meglio è
  • La migliore lista ingredienti è quella più corta
  • Testate i prodotti con il marchio del supermercato, a volte sono ottimi
  • Comunque cercate di entrare il meno possibile nel supermercato

In giro si vedono spesso carrelli pieni, anzi strapieni di carne, ma forse si è dimenticato che la carne fino a 50 anni fa si mangiava solo la domenica, ed allora non sarebbe meglio recuperare questa abitudine? Imparare a fare la spesa vuol dire anche questo, saper variare i cibi, imparare a cucinare i soliti cibi in maniera diversa.

I ceci ad esempio sono buonissimi in insalata, e la bieta cotta si può usare per fare gustose polpette, le melanzane bollite, tagliate a metà e scavate si posso fare ripiene sfruttando la loro polpa; insomma dietro la fettina ai ferri ed una piatto di pasta al sugo esiste un mondo 😉

La vera svolta è stilare un menù settimanale, pensarlo in maniera non troppa ambiziosa perchè spesso si ha poco tempo, variare il più possibile ogni settimana, cucinare in maniera diverse le varie verdure per non stufarsi dei sapori, surgelare se avanza qualcosa.

Se non riuscite a andare al mercato, ci sono online molti servizi di consegna verdura e frutta a domicilio come Cortilia, bio box, Bio in casa, oppure potete aderire ad un gruppo d’acquisto nella vostra zona.

Insomma anche fare bene la spesa, e di conseguenza mangiare meglio, è una questione di organizzazione 🙂