Di nuove chance

lago di ripasottile

Si comincia tutto di lunedì, un nuovo lavoro, la dieta, la corsa nel parco, tutti i buoni propositi cominciamo di lunedì ma alla fine è il giorno più odiato avete notato?

Tutti depressi la domenica sera, infagottati con il pigiama e sprofondati tra i cuscini del divano, a pensare che no, non è possibile che il fine settimana è già finito, che non è giusto che duri così poco e si debba riprendere la solita routine dopo poche ore, ed invece si, arriva quel giorno incurante delle nostre preghiere, delle sveglie caricate all’ultimo minuto utile per svegliarsi e ci alziamo che tutto riprende con i soliti, velocissimi ritmi. Ho cambiato idea, ho deciso di dare una chance al lunedì.

E cosa c’è di meglio di quest’anno che di lunedì inizia l’autunno? L’autunno direte voi? Si proprio lui, la povera stagione che viene dopo l’estate, quella che tutti odiano perché ci sbiadisce l’abbronzatura, ci fa rimettere i calzini di notte e le coperte sul letto, quella che ci fa raffreddare e tirare fuori le sciarpe, quella che porta i primi freddi e le domeniche casalinghe. Ma lo sapete che io ormai mi sto allenando a prendere il belloche mica è tanto giusto che delle cose vengano bistrattate da chi non si rassegna alla loro esistenza, perché in fondo il bello sta ovunque, bisogna solo allenare gli occhi a riconoscerlo, pulire i vetri appannati degli occhiali della vita e guardarsi intorno rubando a piene mani tutta la felicità nascosta.

Io ho deciso che quest’anno amerò anche l’autunno, non ho voglia di sbuffare, mi gusterò i nuovi inizi, i progetti, la nascita delle idee nel silenzio, le prime piogge, i cieli plumbei, il ritorno degli stivali e degli ombrelli colorati, i riflessi nelle pozzanghere, le zuppe serali, e le cene tra amici, all’odore di pasta madre e pane caldo, al gioco dell’oca sul tappeto di casa Non mi farò fagocitare dalle mille cose da fare, che tanto anche se le facciamo tutte altre mille busseranno sull’agenda, quindi tanto vale prenderla con calma, e mi concentrerò sulle cose che fanno bene allo spirito, che ce ne sono ma spesso rimangono in disparte e inascoltate. le voglio cercare, trovare e respirare, voglio ubriacarmi di speranze e sorrisi.

Dedico questa stagione alla voglia di migliorarmi, che nella vita non si dovrebbe mai smettere di farlo.