Altri figli? No grazie.

bimbi al parco

Ho sempre saputo che sarei stata una mamma, l’ho sempre sentito come un destino che mi apparteneva, e forse anche per questo ho avuto due figli prima dei 30 anni. Per me è sempre stata una cosa naturale, essere la mamma di tanti bambini, essere una guida, crescere ed imparare con loro, vedere il mondo attraverso i loro sguardi e meravigliarmi con loro. Quando ci pensavo dicevo a me stessa che avrei voluto 3 o 4 figli, poi si sa che la vita ha tutto un suo destino e ti ritrovi a 33 anni con l’orticaria al pensiero di ricominciare daccapo, che quando vedi carrozzine o pancioni pensi “brava, il peggio è passato”.

Le volte che sento chiamare “mammaaaaa” mi bastano, e forse dovrei anche sentirmi in colpa, forse dovrei pensare che basta un po’ di organizzazione e tutto si risolve, ma la verità è che ero innamorata dell’idea della famiglia numerosa, ma non fa per me. Anzi se dovesse capitare sarebbe uno di quei traumi difficili da superare, altro che baby blues.

Sono uscita dal tunnel dei bambini piccoli e solo l’idea di rituffarmici dentro mi fa stare male, e lo so che sembra brutto scrivere certe cose, ma credo di avere esaurito il mio pacchetto di istinto maternità. Basta, non ne ho una sola goccia, anche a volerlo cercare, ravanando negli angoli più nascosti, non ne trovo traccia. La mia idea di famiglia numerosa è sfumata, ed io non ne sento la malinconia.

Non so se esserne triste o cosa, ma è un dato di fatto, se dovessi scoprire di essere di nuovo incinta andrei nel panico, quello vero.

Poi mi chiedo anche perché la gente decide di allargare la famiglia, e quasi tutti dicono che sentivano la mancanza di qualcosa, come se la famiglia non fosse al completo. Ecco, io mi sento completissima, ma a parte questo non mi va di rifare tutto daccapo, la gravidanza, il parto, le nottate, il seno al vento per le poppate continue, le gelosie degli altri figli e tutte le limitazioni di una vita con bimbi piccoli. Ora che finalmente posso ricominciare ad uscire senza sentire quel senso di colpa per lasciare i figli in casa, non ho nessuna voglia di riavvolgere la cassetta e crescere un altro figlio.

Sono soddisfatta così, ed anche se il profumo dei neonati è bellissimo e inebriante, mi accontenterò del ricordo.

E voi come reagireste? E le vostre amiche vi starebbero vicine come in questa puntata di una mamma imperfetta”?

Ps la nuova serie di una mamma imperfetta è iniziata e la potete vedere ogni giorno alle 12 sul sito del corriere 😉

 

mamma_imperfetta