Nessun buon proposito

Casa vuota e figli a scuola.

Qualcuno rimpiange le vacanze, io sono del club “viva la scuola yeppa” e sono felice che sia ripresa anche se queste vacanze sono passate senza nessun dramma, e strano ma vero, senza febbre, vomito, nottate con tosse e aerosol. Ovviamente questo è successo perché non era in programma nemmeno un viaggio, nemmeno una giornata al lago, e quindi i virus hanno dirottato verso altri corpi minorenni, perché se non puoi rovinare nulla che gusto c'è?

Quest'anno sono stata sovversiva ed a capodanno non ho indossato le mutande rosse, o mi aspetta un anno da dimenticare con le peggio sventure o un fantastico anno. Io propendo per il secondo, anzi lo voglio credere, ho bisogno di crederci. Vi capita mai di avere bisogno di credere in qualcosa, ecco io sono in quella fase.

Altro atto sovversivo è stato non scrivere i buoni propositi, nemmeno su un pezzo di carta igienica, tanto non li rispetto mai quindi evitiamo, che poi tanto li ho pensati quindi manco sono coerente con me stessa, ma quando ti alzi alle 4 di notte in preda all'insonnia che altro puoi fare se non tirare somme e fare progetti? Si, puoi guardare un film turco sottotitolato o leggere un libro, ma ci sono delle volte in cui il silenzio tombale della casa ti circonda, e così anche i pensieri, e tu non hai abbastanza forza per resistere.

Allora facciamo che i propositi non ve li scrivo, ma a voi che leggete dedico due righe.

Vi auguro un anno che risponda ad almeno un vostro desiderio, calmo e normale se di questo avete bisogno, grandioso se sentite la mancanza nella vostra vita di qualcosa. Vi mando il coraggio di cambiare quello che non vi sta bene, e la libertà di poterlo fare. Un in bocca al lupo se volete cambiare o trovare lavoro, e tanta pazienza se pensate ad un trasloco.

Viaggi, del corpo e dell'anima. Non sempre è fondamentale andare chissà dove, l'importante è farlo con la leggerezza degna di ogni fantastico viaggio. Che sia una mattina rubata e passata da soli in centro, o una serata davanti ad un piatto di pesce e un bicchiere d vino e una notte in riva al mare. La verità è che non sempre è importante la meta ma il viaggio che ci porta lì.

Vi auguro l'amore, che alla fine è quello che gira il mondo. Si può essere le persone più indipendenti della terra ma un cuore che ama non lo batte nessuno. Vi auguro tanti baci, di quelli che quando li dai il tempo si ferma e tu vorresti non aprire più gli occhi, e ricordi il sapore per tanto tempo. Abbracci inaspettati, quelli che arrivano quando ne hai bisogno e ti scaldano dentro. Sguardi adoranti e mani intrecciate.

La gioia della vita e il coraggio di lasciare indietro le zavorre dell'anima, anche se può fare male.

E sorrisi, tanti bellissimi e spensierati sorrisi.