Storia del grande amore

Ho letto un bellissimo articolo di Chiara e da una bella discussione conseguente su Facebook nasce questo post.

Cresciamo con questa idea dell'amore falsata, leggiamo di principi che salvano principesse, di amori che durano una vita senza prima conoscersi veramente, e già veniamo deviate verso un'idea impossibile da realizzarsi. Primo perché di principi in giro ce ne stanno pochissimi, poi perché credo che sia una bella fatica stargli dietro, ed infine perché per far funzionare una storia bisogna conoscersi davvero bene. E non intendo conoscere l'altro, cosa abbastanza ovvia, ma conoscere se stessi.

Archiviata questa fase Raperonzolo, iniziamo a credere al sogno, l'amore che dura una vita, il ragazzo che ti guarda innamorato perso, ma in questa fase siamo nel l'adolescenza e tutte voi ricordate bene i drammi amorosi adolescenziali, quando tutto il mondo girava intorno a storie di cui spesso l'altro non era a conoscenza.

Finita l'adolescenza continua questa illusione del ragazzo perfetto che si incontra per caso al bar, o in fila alla segreteria dell'università, quello con cui scatta subito qualcosa, quello di cui si amano anche gli amici e le partite orrende di calcetto del venerdì sera. Magari a volte succede, a volte invece siamo solo destinate solo ad incasellare una bella sfilza di delusioni. Spesso non si riesce a stare da sole, non si capisce fino in fondo l'importanza di amare prima noi stesse alla follia. A volte è più facile credere in una storia che in fondo sappiamo non ci renderà felici, invece che chiuderla e guardarsi dentro.

Credo che la base dell'educazione dovrebbe essere questo amore. Dovremmo insegnare prima di ogni altra cosa il rispetto per noi stesse, ed il fatto che se prima non siamo sicure delle persone che siamo e che vogliamo diventare, non possiamo veramente pensare di amare qualcuno per tutta la vita. Non è vero che nella vita non si cambia, si cambia eccome perché si cresce, si matura, e si intraprende un viaggio in cui a volte si scoprono cose di noi stessi che non pensavamo.

L'amore è un bellissimo viaggio da fare insieme, un viaggio che si può progettare solo in parte, ma nella sua imprevedibilità ha la sua bellezza. Il grande amore esiste, ma non è facile da trovare, a volte va costruito, va levigato, ci si deve credere e lottare, affrontare in maniera zen i momenti difficili e sapere che non sempre è facile. I progetti di vita condivisi sono le più belle storie d'amore.