La dieta vegana: cose da sapere prima di iniziare

vegetables-352375-m

Tante volte mi capita di parlare con persone che mi chiedono in cosa consiste la dieta vegana. Anche se in verità io non lo sono mai stata, in virtù della mia passata scelta macrobiotica mi viene chiesto spesso. Io non sono una grande amante delle scelte così estreme, mi piace leggere ed informarmi quanto più possibile, ma mi piace sempre pensare che la cosa migliore sia una scelta equilibrata che comprenda quante più cose possibile. Dopo anni in cui ho provato a ritornare alla macrobiotica, constatando purtroppo che è materialmente molto difficile l’organizzazione di pasti così diversi, ho deciso di mangiare semplicemente bene.

Ma in cosa consiste la dieta vegana? 

I vegani consumano solo cibi di originevegetale, quindi dalla loro dieta sono esclusi carne, pesce, latticini, miele e uova. Molti di voi troveranno assurdo eliminare tutti questi alimenti, ma nella pratica si può fare consumando:

  • legumi. Ce ne stanno di tantissimi tipi, non solo i classici borlotti ed i ceci. Imparate a consumarli in vari modi provando ricette nuove
  • tofu ed altre proteine vegetali come seitan, tempeh, muscolo di grano, soia. Esistono tantissime preparazioni a base di questi alimenti, e il più versatile per me è il seitan, che tra l’altro è il più simile alla carne come consistenza.
  • verdure, verdure e verdure in quantità industriali, cosa che in realtà si dovrebbe fare anche in condizioni normali. sarebbe sempre meglio non solo verdura cotta ma anche cruda
  • frutti oleosi, pieni di fibre e semi.
  • frutta, sia cotta che cruda, di tutti i tipi
  • tanti cereali, specialmente quelli integrali. La quinoa ad esempio è un’ottima scelta perchè contiene gli aminoacidi essenziali e molte fibre.

Una delle cose da considerare quando si decide di cambiare il proprio stile alimentare è che deve essere un passaggio graduale. Si inizia aggiungendo più cibi a base vegetale, e pian piano si diminuiscono quelli di origine animale. I passaggi drastici sono sempre i più difficili e quelli con meno possibilità di successo 😉

Chi sceglie di seguire la dieta vegana deve sapere che avrà bisogno di integrare la vitamina B12, fondamentale per il nostro organismo ma presente solo nei cibi di origine animale. La B12 mantiene le cellule del sangue e celebrali sane ed una carenza di tale vitamina porta stanchezza, problemi nervosi, perdita di peso, costipazione, quindi occhio a non prendere in considerazione tale carenza!

Un altro problema riguarda il ferro, perché il ferro proveniente da fonti animali è assorbito meglio di quello proveniente da fonti vegetali, quindi il rischio di anemia per i vegani è più alto. Buone fonti di ferro per i vegani sono i legumi, i semi di girasole, l’uva secca, le verdure a foglia verde. O gli alimenti ricchi di vitamina C (peperoni, agrumi e broccoli).

Un’ultima cosa riguarda gli impasti, al posto di un uovo considerate che si possono usare questi sostituti:

  • 1 banana piccola schiacciata
  • 3 cucchiai di tofu morbido
  • 2 cucchiai di farina
  • 2 cucchiai di sostituto d’uovo.

Insomma, con gli opportuni accorgimenti anche una dieta vegana è possibile 🙂