Lo faccio perché mi piace

 

Mi sono chiesta spesso come si arriva nella vita che si vive, quanto viene realmente scelto da noi, e quanto seguiamo dei binari prestabiliti. Me lo chiedevo al liceo studiando la letteratura, da ventenne andando alle mostre ed ora conoscendo gente.

Cosa spinge le persone a prendere una strada, a scegliere, a guardare un pezzo di marmo e decidere che gli si vuol dare un'anima? Oppure a credere che quello che si scrive piacerà? Cosa ha spinto Epicuro al suo pensiero filosofico ed i tizi con i nomi che non ricordo a studiare i led a luce bianca?

Immagino che arrivati ad un certo punto non abbia importanza saperlo, si imbocca una strada e si percorre, si cade, si inciampa, ci si rialza e si riprova a camminare. Sono le mie domande a non avere spesso un senso, me le faccio perché ho questo vizio del pensare, e poi, chissà perché a volte mi piace scriverle.

A volte mi sveglio con la voglia di scrivere, a volte non ne ho voglia perché non sono capace di tradurre i pensieri. Capita anche che io abbia bisogna di svuotare il cervello, anche se delle volte quasi mi dispiace vedere scritti i miei pensieri, ne sono quasi gelosa.

Mi chiedo spesso ultimamente perché ho questo blog, me lo chiedo perché ce ne stanno talmente tanti, un numero impressionante, tutti con la pretesa di raccontare qualcosa. Io non ho pretese invece, le vorrei avere, vorrei essere brava ma poi penso che non ho abbastanza da dare per esserlo. Penso che mi piace un sacco scrivere così, e non so quanto io sia in grado di dare di più, agli altri ed a me stessa.

Penso che tutto quello che si poteva dire è stato già detto, e si rischia di essere ridondante no?

Poi mi pento subito dopo e mi dico che non interessa. Non interessa veramente a nessuno sapere prima cosa succederà. La verità è che non si può sapere. La verità è che la vita e le scelte sono nostre, se ci piacciono scarpe orrende, uomini con la barba, Gigi D'Alessio, andare al mare a Rimini, scoppiare le bolle appena fatte o lavare i piatti senza guanti con l'acqua bollente sono solo affari nostri.

Come lo scrivere. Non ci interessa sapere perché lo facciamo, lo facciamo e basta perché ci piace.