La vita continua, nonostante tutto

 

Mi piace uscire in balcone ultimamente e guardare le mie piante, e per me che ho ucciso non so quante piante di basilico, già avere qualcosa da guardare vuol dire una grande vittoria. Credo che siamo giunti ad un compromesso, io le curo il minimo sindacale e loro crescono tranquille senza aver bisogno di molte attenzioni. L'erba cipollina ha fatto dei bellissimi fiori, la bieta ed il peperoncino crescono piano piano, l'azalea resiste nonostante le funeree previsioni, i gerani sono diventati bellissimi, nonostante siano stati malmessi per mesi; non sapevo che fare ed ho semplicemente aspettato, e loro, piano piano, si sono riprese, giorno dopo giorno, un passo alla volta. Credo che la loro voglia di sopravvivere abbia avuto la meglio.

La natura è meravigliosa, quasi violenta e inarrestabile nella sua crescita, ma anche così graduale. Ti insegna tanto curare delle piante, come che, nonostante tutto, loro vanno avanti per la loro strada. Non importa se ci stanno guerre o carestie, qualcuno sta male, piove governo ladro… Loro ancorate alle loro radici continuano a vivere, crescono ogni giorno di più e regalano gioia perché sono vive e belle. Tu sei un custode, un semplice aiutante, e loro ti ripagano con la serenità.

Esattamente come noi, sulla terra esiste la vita da milioni di anni, e pure che crediamo di essere importanti, in realtà non lo siamo, non lo è nessuno. Tutti noi siamo puntini nell'infinita del cosmo, non contiamo nulla nell'equilibrio vitale della terra, sicuramente meno di un albero. Nonostante questo viviamo la nostra vita in modo meraviglioso, perché siamo mossi dall'amore. Amore per la vita stessa.

Può succedere di tutto, nessuno può sapere prima cosa capiterà, noi facciamo progetti che poi dobbiamo ignorare perché travolti dagli eventi, ma non ha importanza, la vita continua perché così deve andare. Se ci pensate è quasi rassicurante, il sapere che l'equilibrio del cosmo non è influenzato da nulla, prosegue nonostante tutto.